La Segreteria Tecnica del Ministero dello sviluppo economico ha presentato un report dei prestiti erogati a partire dall’aprile 2013 (data del decreto attuativo) dalle banche a favore di start-up innovative e incubatori certificati sfruttando la “copertura” del Fondo di garanzia per le Pmi istituito nell’autunno 2012 dal Governo.

Il decreto prevede che la garanzia del Fondo copra fino allo 80% del credito erogato dalla banca alla start-up innovative o all’incubatore certificato, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro, ed è concessa sulla base di criteri di accesso estremamente semplificati, con un’istruttoria che beneficia di un canale prioritario.

Alla data dell’ultima rilevazione (10 settembre scorso) emergono i seguenti dati:

  • nel giro di un anno – il primo intervento risale al 19 settembre 2013 – il Fondo ha concesso la garanzia su 207 operazioni di prestito. 28 di queste operazioni risalgono al 2013, 179 hanno avuto luogo nel 2014 (73 da inizio luglio alla data di rilevazione);
  • il totale dei prestiti erogati sfruttando la Garanzia del Fondo è pari a 90.904.617 euro (con una media di 443.437 euro a operazione);
  • 41 soggetti hanno ricevuto più di un finanziamento: il totale dei soggetti destinatari è dunque 166. Due gli incubatori certificati, che hanno usufruito dell’intervento del Fondo, 164 le start-up innovative;
  • la durata media dei finanziamenti è di 58 mesi.