Il 17 aprile scorso il Garante Privacy ha pubblicato sul proprio portale web un Provvedimento per promuovere la revisione del codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti; a breve ne verrà effettuata la pubblicazione anche in Gazzetta Ufficiale. La decisione soddisfa la necessità, prevista nell’attuale Codice SIC, di effettuare un periodico riesame del suddetto testo ed un suo eventuale adeguamento alla luce del progresso tecnologico, dell’esperienza acquisita nella sua applicazione o di novità normative. Sono invitati a partecipare ai lavori di revisione del codice sia i soggetti pubblici interessati, sia i soggetti privati individuati secondo i criteri generali di seguito specificati in applicazione del principio di rappresentatività, con particolare riferimento a:

− soggetti che hanno sottoscritto l’attuale Codice SIC;

− soggetti che, anche attraverso associazioni rappresentative, rientrano nella definizione di “gestore” di cui all’art. 1, comma 1, lett. d), del suddetto Codice;

− associazioni rappresentative di “partecipanti” ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. e) e “consumatori” ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. f) del suddetto Codice;

− associazioni rappresentative di soggetti già autorizzati ad accedere ai  SIC ai sensi dell’art. 6-bis del d.l. 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni dalla legge 14 settembre 2011, n. 148.